Bonus infissi 2023, cosa cambia e cosa fare

La nuova Legge di Bilancio è giunta all’approvazione definitiva, e ha previsto significative novità riguardo al bonus infissi 2023. Oknoplast Roma Store vi racconta tutto quel che c’è da sapere.

bonus infissi 2023

Vivere in un’abitazione efficiente dal punto di vista energetico è ormai una necessità, visti soprattutto i rincari delle bollette alle stelle. Di qui l’importanza di incentivi e agevolazioni come il Bonus infissi: una misura che consente di sostituire finestre, persiane, etc. con una spesa ridotta. I tempi per avviare la pratica sono fondamentali, vediamo come fare.

Bonus infissi 2023 e legge di bilancio

La Legge di bilancio 2023 ha un'impornmta fortemente a sostegno delle famiglie italiane. Tra i correttivi apportati alle misure già previste, numerosi sono quelli che riguardano i Bonus edilizi. Il famoso bionus 110% è stato ridimensionato, mentre altre misure afferenti al settore edilizio sono state riconfermate in toto o soltanto con modifiche marginali.

Tra le riconferme per il 2023 (e per il 2024) abbiamo il Bonus infissi, il quale non è un incentivo a se stante, bensì fa parte di bonus più importanti, come il bonus Casa 50%, Bonus sicurezza 50% e l’Ecobonus 50%. Sono tutti pacchetti di incentivi che consentono di rendere la propria abitazione più efficiente, migliorandone la classe di prestazione.

Ecobonus 50%

Prevede la possibilità di usufruire di una detrazione del 50% delle spese, con un importo massimo pari a 60.000 euro su una spesa di 120.000. Si può detrarre la spesa in 10 anni, ricevere lo sconto in fattura o ancora cedere il credito fiscale. L’Ecobonus, inoltre, consente la sostituzione degli infissi senza la necessità di permessi se specificato nel regolamento del proprio comune. Fermo restando però che i nuovi infissi devono migliorare la classe energetica della propria abitazione.

Bonus Sicurezza 2023-2024

Prevede la detrazione fiscale al 50% per le spese di installazione di sistemi antifurto, allarmi e videosorveglianza, grate, inferriate o persiane di sicurezza. Migliorando la sicurezza del proprio appartamento è possibile detrarre la metà dell’investimento sostenuto (importo massimo 96.000 euro) in 10 anni, ma anche ottenere uno sconto in fattura o la cessione del credito.

Scadenze dei bonus edilizi

Il Bonus ristrutturazione (Ecobonus 50%) è stato prorogato fino al 31 dicembre 2024, e così pure il Bonus Sicurezza, mentre per quanto riguarda il Bonus infissi tramite il Superbonus 110%, che è stato oggetto di più modifiche da parte del governo, i termini sono ancora incerti: di sicuro ci si aspetta una riduzione dell’aliquota di detrazione già da subito e alcune modifiche al meccanismo di cessione del credito.

CONTATTACI